Mollo tutto e cambio vita: loro lo hanno fatto davvero. ​«Stanchi di chiedere ferie al capo, ci siamo licenziati e messi in proprio»

La coppia guadagna circa 20mila euro al mese affittando le proprietà ristrutturate negli anni precedenti

Lunedì 27 Maggio 2024 di Redazione Web
«Stanchi di chiedere ferie al capo, ci siamo licenziati e messi in proprio: pronti a partire per una crociera da 65mila euro con le nostre 3 figlie»

A volte tutto ciò che ci separa dalla felicità è il coraggio di rinunciare a ciò che è familiare e conosciuto per muovere i primi passi verso la vita che vogliamo.

Non è dato sapere se i cambiamenti saranno positivi o negativi, se sarà necessario saltare diversi ostacoli e se la vista dal traguardo si rivelerà soddisfacente. Eppure, lanciarsi all'avventura senza certezze può fare la differenza tra un'esistenza mediocre e una quotidianità di gioia. 

Mollo tutto

Tiffany e Mark Baker, di 38 e 40 anni, hanno deciso di saltare. Stanchi del loro lavoro nell'ambito della finanza, di quel posto sicuro, di quei turni dalle 9 alle 17 e di dover sempre chiedere i giorni di ferie al proprio capo per potersi rilassare, i due si sono licenziati e messi in proprio, per poi investire 70mila dollari (circa 65mila euro) in una crociera in giro per il mondo insieme alle loro tre bambine. 

Nuovo lavoro e nuova vita

Per la coppia era arrivato il momento di vivere la vita a modo loro, come riporta il New York Post, e lo hanno fatto senza riserve. Dall'ambito della finanza si sono spostati a quello immobiliare e ora non hanno più bisogno di chiedere giorni di ferie al capo: sono loro a gestire il proprio tempo e il lavoro... mentre girano il mondo insieme alle tre bambine, Giulietta di nove anni, Penelope di sette e Delia di sei. 

La crociera in giro per il mondo

La decisione è stata presa nel 2019 e ora mamma e papà sono riusciti a mettere da parte i soldi sufficienti per potersi effettivamente permettere il viaggio di una vita: una crociera di cinque mesi che permetterà alla famiglia di visitare 50 porti in 21 Paesi, tra cui Singapore, Australia, Africa e Europa. Le ragazze continueranno a ricevere un'educazione durante la "vacanza" (sarà Tiffany a occuparsene) e la mamma e il papà lavoreranno da remoto.

Il costo è stato di circa 65mila euro. Hanno prenotato due cabine e hanno da parte altri 10mila dollari per tutto ciò che non è incluso nel pacchetto già acquistato. «Questa crociera era uno dei nostri obiettivi, quelli a cui ogni tanto pensi e dici "uno di questi giorni prendiamo le bimbe e ci imbarchiamo" - dice Mark -. Tiffany aveva già piantato il seme mentre eravano in vacanza in Louisiana, a New Orleans, e fa "perché non partiamo adesso per la crociera?". Così abbiamo cominciato a organizzare».

Lavoro e vita privata

La coppia ha iniziato il proprio viaggio lasciando un lavoro con uno stipendio a 6 cifre per assicurarsi un migliore equilibrio tra vita privata e profesionale, dice Tiffany: «Non ci andava a genio il fatto di dover sempre chiedere il permesso per un giorno di ferie». Così si sono dati al mercato immobiliare e oggi hanno 35 proprietà che affittano, sia case per famiglie che locali commerciali. «Abbiamo ristrutturato una cosa come 50 case negli ultimi cinque anni - dice Mark - e questa cosa ci ha permesso di cominciare ad affittare». Secondo le stime di Mark, il guadagno è di circa 20mila dollari al mese, grazie agli affitti. In passato, la famiglia ha vissuto in Europa per quattro anni, poi a Bali, dove vorrebbero tornare in crociera. Le tre bambine sono già esperte viaggiatrici e sono davvero emozionate per la partenza: «Sono nate tutte in Paesi diversi, ovvero l'Italia, gli Stati Uniti e il Giappone. La più grande, di nove anni, è al suo quinto passaporto», dice Tiffany.

Ultimo aggiornamento: 28 Maggio, 11:31 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmemedia.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci