Giorgia Meloni, il messaggio che punge La7: «Alle Europee non decidono i salotti radical chic». Gelo Formigli

La premier elenca i risultati ottenuti dal suo governo nell'ultimo anno e mezzo

Domenica 26 Maggio 2024
Giorgia Meloni, il messaggio che punge La7: «Alle Europee non decidono i salotti radical chic». Gelo Formigli

«L'8 e 9 giugno non sono i salotti radical chic a parlare ma il popolo e quello del popolo da sempre è l'unico giudizio che ci interessa». Il giorno dopo gli 'Appunti di Giorgia' in versione TeleMeloni la premier compare in un videomessaggio autogestito della campagna sul voto europeo messo in onda su La7 che provoca più di qualche polemica soprattutto per la scelta di rivolgersi direttamente ai telespettatori per rassicurarli provocatoriamente sull'infondatezza dei timori nei confronti suoi e del suo governo.

Il tutto mentre il direttore del Tg della rete, Enrico Mentana, rilancia sul duello tv: «accolgo con un sorriso la battuta sui telespettatori di La7, se sente la loro mancanza potrà incontrarli nella sera più importante della campagna elettorale, il 7 giugno, visto che è stata invitata come tutti i leader». 

Meloni Schlein, il faccia a faccia è meglio a distanza: ecco il patto tacito tra FdI e Pd

Spot Meloni, la risposta di Formigli

«Spero di trovarvi rincuorati - dice Meloni in apertura dello spot - per lo scampato pericolo della deriva autoritaria, del collasso dell'economia, dell'isolamento dell'Italia a livello internazionale. Perché mentre molti discutevano di questi fantasmi noi lavoravamo senza sosta, per migliorare le condizioni dell'Italia». Meloni elenca i risultati sul fronte dell'export, dello spread, dell'occupazione e fa sapere «ovviamente non ci accontentiamo». La7 replica implicitamente pubblicando lo spot sul proprio sito e titolandolo «Il videomessaggio di Meloni (che punge La7)". E c'è anche chi va all'attacco come il conduttore Corrado Formigli. «Quel che colpisce di questo video - dice - è il salto di qualità. Stavolta la presidente del Consiglio non attacca i giornalisti di La7. Va oltre e sbeffeggia e insulta milioni di italiani che guardano la nostra rete». No comment, invece, da Urbano Cairo. «Ovviamente - dice l'editore della rete - non commento ciò che un politico dice nel suo spazio autogestito su La7». 

Giorgia Meloni con la figlia Ginevra alla messa del Papa

Spot Meloni, critiche dell'opposizione

Lo spot di Meloni provoca, inoltre, le critiche dell'opposizione. «Non ho mai visto un presidente del Consiglio che schernisce un popolo per il solo fatto che sceglie a quale canale televisivo collegarsi», dice la pentastellata Vittoria Baldino. «A furia di insultare quelli che considera salotti radical chic - aggiunge - è diventata ella stessa radical chic». Niente di tutto ciò - sottolinea il responsabile organizzazione di FdI Giovanni Donzelli - secondo cui «Giorgia con eleganza e simpatia offre lezioni di pluralismo su La7». Ci dispiace per Formigli - attacca l'esponente di FdI - che vorrebbe decidere anche i contenuti di un messaggio autogestito da Fratelli d'Italia. Non ci stupiamo che non comprenda l'ironia con cui Giorgia ha scherzato. Ci stupiamo solo come non abbiano capito che così fanno solo crescere Fratelli d'Italia».

Ultimo aggiornamento: 28 Maggio, 08:58 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmemedia.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci