LA GIORNATA

Ucraina: «Abbattuto bombardiere russo a lungo raggio». Ma per Mosca si è trattato solo di un «malfunzionamento»

La diretta della guerra tra Russia e Ucraina

Venerdì 19 Aprile 2024

Tajani: «L'Italia farà il possibile per la difesa aerea di Kiev»

«Confermo quello che ha detto il presidente del Consiglio, anche alla luce del mio colloquio con il ministro Crosetto alla presenza del ministro ucraino Kuleba.

Faremo il possibile per la protezione aerea dell'Ucraina, vediamo che si può fare». Lo ha detto il ministro degli Esteri Antonio Tajani in conferenza stampa al termine del G7 di Capri rispondendo ad una domanda sulla richiesta di Kiev dei Samp-t. 

G7, «Pronti a nuove sanzioni alla Russia se necessario»

«Rimaniamo impegnati ad attuare e far rispettare pienamente le nostre sanzioni contro la Russia e ad adottare nuove misure, se necessario». È quanto si legge nel comunicato finale del G7 Esteri di Capri dedicato all'Ucraina. «Continueremo a contrastare, in stretta collaborazione con i paesi terzi, qualsiasi tentativo di eludere» le misure e «imporremo ulteriori sanzioni alle aziende e agli individui di paesi terzi che aiutano la Russia ad acquisire strumenti e altre attrezzature che aiutano la produzione di armi russe o lo sviluppo militare-industriale». 

G7, «Lavoriamo per usare interessi sugli asset russi per Kiev»

«Sosteniamo l'Ucraina nell'ottenere un risarcimento per le perdite, le lesioni e i danni derivanti dall'aggressione della Russia». Lo si legge nel comunicato finale del G7. «I beni sovrani della Russia nelle nostre giurisdizioni rimarranno immobilizzati finché non cesserà la sua aggressione e non pagherà i danni causati. Accogliamo con favore l'adozione da parte dell'Ue di atti giuridici riguardanti le entrate straordinarie detenute da soggetti privati derivanti direttamente dalle attività sovrane immobilizzate della Russia, anche al fine di esplorare modi per massimizzare il beneficio per l'Ucraina. Continueremo il nostro lavoro prima del vertice in Puglia sulle possibili opzioni praticabili attraverso le quali i beni sovrani russi immobilizzati potrebbero essere utilizzati per sostenere l'Ucraina, in linea con i nostri rispettivi sistemi giuridici e il diritto internazionale». 

Dal G7 supporto all'Ucraina

«Continueremo a sostenere il diritto all'autodifesa dell'Ucraina e a ribadire il nostro impegno per la sicurezza a lungo termine dell'Ucraina». Lo si legge nel comunicato finale del G7 Esteri di Capri. «Stiamo intensificando la nostra assistenza in materia di difesa e sicurezza all'Ucraina e stiamo aumentando le nostre capacità di produzione e consegna. Sosteniamo gli sforzi volti ad aiutare l'Ucraina a costruire una futura forza capace di autodifesa e deterrenza. Esprimiamo la nostra determinazione in particolare a rafforzare le capacità di difesa aerea per salvare vite umane e proteggere le infrastrutture critiche».

Burns, senza ulteriori aiuti Kiev sconfitta entro fine del 2024

Il direttore della Cia, William Burns, ha avvertito ieri i parlamentari statunitensi che Kiev potrebbe perdere la guerra entro la fine dell'anno se gli aiuti all'Ucraina non verranno approvati adesso: lo riporta Politico. Intervenendo a un evento al Centro presidenziale George W. Bush, Burns ha esortato i parlamentari ad approvare la proposta che destinerebbe ulteriori miliardi di dollari agli sforzi bellici dell'Ucraina. «Con la spinta che deriverebbe dall'assistenza militare, sia praticamente che psicologicamente, gli ucraini sarebbero del tutto in grado di resistere fino al 2024 e di smentire l'arrogante visione di Putin secondo cui il tempo è dalla sua parte», ha detto Burns. Tuttavia, se gli aiuti non passeranno al Congresso, «il quadro sarà molto più terribile», ha continuato. «Esiste il rischio molto reale che gli ucraini possano perdere sul campo di battaglia entro la fine del 2024, o almeno mettere Putin nella posizione di poter sostanzialmente dettare i termini di una soluzione politica».

Zelensky premia i soldati al fronte

Il presidente ucraino Volodymy Zelensky ha visitato oggi la regione di Donetsk, nell'est del Paese, dove ha incontrato i soldati feriti attualmente ricoverati nella compagnia medica della 95ma Brigata d'Assalto Aereo. «Ho parlato con i soldati e ho consegnato loro i premi di Stato. Li ringrazio per il loro servizio e per aver difeso l'Ucraina. Il nostro Paese è orgoglioso di avere tali soldati - ha scritto Zelensky su X -. Apprezziamo anche il lavoro dei nostri medici. Li ringrazio per i loro sforzi, per aver curato i nostri soldati e per aver servito l'Ucraina».

Kiev, salgono a 9 i morti negli attacchi russi

Un altro bambino ferito durante il massiccio attacco lanciato dalle forze russe sull'Ucraina la notte scorsa è morto, portando così il bilancio delle vittime a nove: lo hanno reso noto l'ufficio del Procuratore generale e il capo dell'amministrazione militare della regione di Dnipropetrovsk Serhi Lysak, come riporta Rbc-Ucraina. Si tratta del terzo minore deceduto nell'attacco. «Un bambino gravemente ferito durante un massiccio attacco nemico nella regione di Dnipropetrovsk è morto oggi in ospedale», ha dichiarato in un comunicato la Procura generale. Secondo Lysak, i minori avevano 14, 6 e 8 anni. 

Kiev, il bombardiere russo avrebbe preso fuoco prima di precipitare

Video

 

«A causa delle azioni delle forze di difesa aerea ucraine, si sono verificati "malfunzionamenti" sull'aereo, che ne hanno causato l'incendio e lo schianto»: lo scrive su Telegram la vicepremier ucraina e ministra per la Reintegrazione dei territori temporaneamente occupati, Iryna Vereshchuk, riferendosi all'abbattimento del bombardiere strategico russo Tu-22M3.

Mosca, morto un membro dell'equipaggio del bombardiere russo esploso

È morto un membro dell'equipaggio del bombardiere russo strategico russo Tu-22 precipitato nella regione di Stavropol nel sud della Russia. Lo ha detto il governatore regionale Vladimir Vladimirov sul suo canale Telegram. «Sono state ricevute informazioni aggiornate sull'incidente con un aereo militare russo nel distretto di Krasnogvardeisky. Sfortunatamente, il terzo membro dell'equipaggio è morto. Esprimo le mie condoglianze alla sua famiglia e ai suoi amici. La ricerca del quarto pilota continua», ha scritto. Il ministero della Difesa russo ha parlato di un guasto tecnico dietro l'aereo precipitato, mentre l'esercito ucraino ne ha rivendicato l'abbattimento.

Almeno 8 morti negli attacchi russi nella regione di Dnipropetrovsk

Sono almeno otto, inclusi due bambini, le vittime degli attacchi lanciati dalla Russia la notte scorsa nella regione di Dnipropetrovsk, nell'Ucraina centro-orientale: lo ha reso noto su Telegram il ministro degli Interni, Igor Klymenko, aggiungendo che almeno 18 persone sono rimaste ferite. Nel distretto di Synelnykove, «più di dieci case sono state danneggiate» e «sei persone sono morte, compresi due bambini di sei e otto anni», ha affermato il ministro. Nella città di Dnipro, capoluogo della regione, due persone sono state uccise e altre 16 sono rimaste ferite, ha aggiunto.

Kiev: «Abbattuto per la prima volta un bombardiere russo»

L'Ucraina ha dichiarato che, per la prima volta dall'invasione russa, le sue forze hanno abbattuto un bombardiere a lungo raggio utilizzato per lanciare missili cruise contro le città del Paese martoriato dalla guerra. «Per la prima volta, unità missilistiche antiaeree dell'Aeronautica Militare, in collaborazione con l'intelligence della difesa dell'Ucraina, hanno distrutto un bombardiere strategico a lungo raggio Tu-22M3», hanno annunciato i militari di Kiev in una nota.

Zelensky: a Dnipro distrutto un edificio residenziale

«Sono in corso le operazioni di soccorso a Dnipro dopo l'attacco russo. Diversi piani di un normale edificio residenziale sono stati distrutti e la stazione ferroviaria è stata danneggiata. Nella regione di Dnipropetrovsk sono state colpite anche Kryvyi Rih e Synelnykove. Tutti i feriti sono stati soccorsi. Purtroppo ci sono anche dei morti. Le mie condoglianze alle famiglie e agli amici»: lo scrive su Telegram il presidente ucraino Volodymyr Zelensky commentando l'attacco missilistico russo sulla città di Dnipro.

 

Guerra Ucraina, la diretta di oggi 19 aprile. Almeno due persone sono state uccise e 15 sono rimaste ferite la notte scorsa in seguito a un attacco missilistico russo sulla città di Dnipro, nell'Ucraina centro-orientale: lo ha reso noto il capo dell'amministrazione militare della regione di Dnipropetrovsk, Serhi Lysak, come riporta Ukrainska Pravda. Una delle vittime è un bambino di otto anni.

Ultimo aggiornamento: 20 Aprile, 10:24 © RIPRODUZIONE RISERVATA