Padova. S'innamora di una prostituta ma lei pretende troppi regali: ormai sul lastrico, minaccia di togliersi la vita

Sabato 9 Dicembre 2023 di Serena De Salvador
Prostituta

PADOVA - La ragazza con cui si frequentava aveva preteso per Natale un costoso telefonino nuovo e dei contanti per delle cure mediche urgenti. Erano solo gli ultimi di una lunga serie di regali, costati a un uomo padovano più di 15mila euro tanto che lui, non potendoseli permettere e davanti alla minaccia di lei di non vederlo più, è andato incontro a una situazione di tale disperazione da arrivare a minacciare il suicidio.

Lo hanno trovato così, depresso e avvilito, gli agenti della Squadra volante della questura di Vicenza la notte tra giovedì e ieri, nel parcheggio di un distributore di benzina della Riviera Berica. Quando sono riusciti a calmarlo, prima di affidarlo alle cure del personale sanitario, i poliziotti si sono fatti raccontare l'intera vicenda. Si è così scoperto che la donna in questione è una romena di 25 anni che esercita attività di prostituzione. Al padovano, che era consapevole della sua occupazione, ha fatto credere di essere la fidanzata, millantando una lunga serie di disagi economici e di problemi di salute, spingendolo a farle in pochi mesi tanti e costosi regali. L'uomo ha creduto alla situazione di indigenza della giovane, arrivando a consegnarle oltre 15mila euro in contanti e vari oggetti di valore. Negli ultimi giorni lei è tornata a pretendere, in particolare un costoso smartphone e del denaro, minacciando di lasciarlo se non fosse stata accontentata. Lui però, ormai sul lastrico, ha dovuto rifiutare, arrivando a meditare un gesto estremo. A fronte della preoccupante situazione, gli agenti vicentini hanno deciso di approfondire la vicenda. Sono così riusciti a identificare la 25enne, appurando che non ha nessun problema di salute tale da richiedere quelle fantomatiche cure urgenti e che aveva usato quello stratagemma soltanto per impietosire l'amante e convincerlo a consegnarle dell'altro denaro. Per questo motivo la giovane donna è stata denunciata all'autorità giudiziaria per tentata truffa.

Con “Sos Suicidi” chiunque può ricevere supporto e aiuto psicologico per superare momenti difficili.

Sono infatti attivi alcuni numeri verdi a cui potersi rivolgere: Telefono Amico 02 2327 2327. o Whatsapp al 345/0361628; Telefono Azzurro 1.96.96; Progetto InOltre 800.334.343; De Leo Fund 800.168.678.

Ultimo aggiornamento: 15:24 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmemedia.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci