Ladri in casa mentre la giovane padrona legge un libro in cucina: li scopre dalle impronte

Martedì 5 Dicembre 2023 di Mirella Piccin
Ladri in casa

AZZANO - I ladri in casa mentre la proprietaria, una giovane signora, era in cucina a leggere.

Ieri mattina la vittima ha fatto denuncia alla stazione dei carabinieri. L'episodio è successo sabato, tra le 18 e le 19, in via dello Stadio, con i malviventi che sono entrati in casa nonostante ci fosse qualcuno, una presenza che forse li ha messi in fuga. Dalle tracce si pensa a più di due persone scappate senza bottino. I ladri sono entrati dalla finestra a ribalta del bagno, lasciata socchiusa per il ricambio d'aria e, mentre la proprietaria stava leggendo una rivista in cucina, in attesa di cambiarsi per uscire, dal bagno sono passati direttamente in camera da letto lasciando una scia di impronte a terra. La donna, pur non avendo la Tv accesa, la signora non si sarebbe accorta di nulla: stava leggendo e la porta della cucina era chiusa. Quando gli intrusi si sono accorti della sua presenza, sono scappati, usando sempre la finestra del bagno. La padrona di casa ha capito che cosa era successo soltanto quando è andata camera e ha visto le tracce lasciate dalle scarpe sporche di fango che partivano dal bagno verso la camera. È uscita spaventata, chiedendo aiuto alla vicina e chiamando subito dopo i carabinieri della stazione di Azzano Decimo. Nessuno ha visto o sentito nulla. Sempre la stessa sera e nella stessa via ci sono stati altri due tentativi di furto, non andati a segno, grazie all'abbaiare dei cani. «Per fortuna me ne sono accorta dopo che erano usciti - ha dichiarato ancora sotto shock la donna -, altrimenti non so come avrei reagito. Ora sono costretta a chiudere tutto già dalla mattina quando mi sposto per lavoro». Una vicina di casa: «Certo che non possiamo vivere con la paura, non ci sentiamo più tranquilli. Anch'io da tempo, anche se vado a fare la spesa alla mattina, chiudo tutti i balconcini e le porte».

BANDE DELL'EST
Da quanto si apprende dalle forze dell'ordine sembra si tratti di più bande di ladri provenienti dall'Est, che stanno colpendo nella bassa Pordenonese (Azzano, Chions e Pravisdomini in particolare). Sono ormai una decina le case visitate dai ladri in alcune vie di questi paesi. Tra gli ultimi furti riusciti, ma con magri bottini, lo scorso fine settimana era toccato a una signora che era andata a pregare in chiesa a Tiezzo e al ritorno si è trovata la casa svaligiata. I malviventi hanno rubato un orologio, lasciando a soqquadro la camera e altre stanze della casa. Con ogni probabilità sempre gli stessi, hanno commesso un secondo furto, in una abitazione di viale Rimembranze: scassinata la porta sul retro si sono introdotti all'interno andando alla ricerca di oro, oggetti di valore e soldi. Nemmeno in questo caso sono riusciti a portare via refurtiva di valore.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmemedia.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci