Pordenone. Palazzo di 10 piani in via Fratelli Bandiera: arrivano progetto e tempi di realizzazione. Ecco come sarà

Nei primi due piani ci saranno garage e aree di servizio, gli altri otto saranno residenziali. Non sono previsti posti auto all'esterno

Sabato 20 Aprile 2024 di Loris Del Frate
Pordenone. Palazzo di 10 piani in via Fratelli Bandiera: arrivano progetto e tempi di realizzazione. Ecco come sarà

PORDENONE - Sarà l’impresa Biscontin di Porcia e la Mattea Srl sempre dello stesso comune a realizzare l’intervento di rigenerazione in via Fratelli Bandiera, argomento che l’altra sera è stato uno di quelli più discussi in consiglio comunale. Non solo. Siamo anche in grado di mostrare come sarà il palazzo di 10 piani che sarà realizzato nell’area centrale.

Palazzo in via Fratelli Bandiera: il progetto

Il progetto si configura come ristrutturazione degli immobili esistenti con demolizione, ricostruzione, ampliamento e aumento delle unità immobiliari nonché sistemazione delle relative aree scoperte. Le aree di proprietà della Mattea srl sono quelle all’interno delle quali verranno realizzati gli interventi previsti dal piano attuativo. Consistono attualmente in due fabbricati, entrambi risalenti ai primi anni del ‘900 ed attestati lungo la via Fratelli Bandiera e nelle relative aree scoperte ubicate all’interno.

Gli edifici sono costituiti da una costruzione principale che si sviluppa su tre piani fuori terra a destinazione residenziale. Gli immobili - si legge sulla relazione tecnico illustrativa, non presentano alcuna caratteristica di pregio architettonico e sono abbandonati oramai da tempo con problematiche di natura strutturale.


Dieci piani con cantine e garage

Il nuovo palazzo che sarà realizzato si sviluppa su 10 piani fuori terra dei quali il primo e parte del secondo saranno destinati a vani accessori quali cantine e garage, i soprastanti a residenza. La volontà di non prevedere opere al di sotto del suolo è dettata dalla particolare situazione idrologica delle aree di sedime, caratterizzata dalla presenza di acqua fin dai bassi strati superficiali. La composizione volumetrica si articola quindi con un edificato caratterizzato dalla destinazione residenziale con sviluppo verticale su otto piani fuori terra in corrispondenza della parte centrale e su due ulteriori piani in corrispondenza dell’attacco a nord.


I tempi di realizzazione

L’attuazione delle previsioni del Pac è dettata dai tempi tecnici strettamente necessari alla sua approvazione ed alla loro successiva realizzazione in concomitanza con quella dell’intero intervento previsto. Più in dettaglio si possono distinguere due fasi: la prima della durata prevista di circa 4/6 mesi, consistente nel tempo necessario per l’approvazione e la stipula della relativa convenzione, la seconda della durata prevista di circa 12/24 mesi, consistente nel tempo necessario per appalto dei lavori ed esecuzione delle opere previste. 


Parcheggi

Questo è forse il problema peggiore. Già, perché il Piano attuativo non prevede la cessione di aree da destinarsi a verde o a parcheggi. Individua invece, grazie agli assestamenti tra proprietà pubblica ed aree private di proprietà dei proponenti una ridefinizione del limite stradale esistente lungo via Fratelli Bandiera, con conseguente realizzazione di opere di urbanizzazione a scomputo. Le opere sono state individuate in un marciapiede in calcestruzzo spazzolato lungo l’intero tratto stradale interessato dall’intervento, il rifacimento dell’asfalto e sistemazione pozzetti esistenti, inclusa la realizzazione di nuove caditoie stradali a miglior deflusso delle acque e il rifacimento segnaletica orizzontale e verticale. Non sono previste reti tecnologiche o altre opere infrastrutturali.

Ultimo aggiornamento: 17:05 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmemedia.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci