"Sile jazz", la voce dell’acqua: torna il festival itinerante con concerti
eventi speciali, passeggiate e una crociera sul fiume fino alla laguna

Giovedì 23 Maggio 2024 di Eleonora Pavan
SILE JAZZ La rassegna che si svolge lungo il fiume unisce il jazz all'attenzione per l'ambiente, per il verde e per l'acqua. In programma anche una crociera musicale

TREVISO Diciassette appuntamenti itineranti. Quindici comuni coinvolti tra Treviso e Venezia. Un festival che unisce la musica jazz all'attenzione per l'ambiente, per il verde e per l'acqua. Sarà una passeggiata sonora che si snoda lungo il fiume Sile. “Sile Jazz”, il festival più green del Veneto, giunto alla 13.

edizione, porta anche quest'anno una corposa rassegna di concerti jazz organizzata da nusica.org, che si svolgerà seguendo il percorso del fiume Sile tra le province di Treviso e Venezia.

IL PROGETTO

Si inizierà il 7 giugno al porticciolo di Casale sul Sile, per concludere il 27 luglio con un concerto in barca sulla laguna di Venezia. Il festival, supportato anche da CentroMarca Banca e SGD Group, fa parte della rete Jazz Takes the Green che ha portato 171 concerti e quasi 20mila persone ad ascoltare jazz. «Sile Jazz è un festival itinerante non solo per la sua programmazione, che tocca ben 15 comuni, seguendo il percorso del Sile, ma anche perché unisce l'aspetto culturale, in questo caso musicale, con altri temi attuali quali l'acqua e l'ambiente» dice Maria Teresa De Gregorio, assessore alla Cultura di Treviso. «Territorio, musica, ambiente e acqua. Sile Jazz mette insieme tutto questo e, inoltre, valorizza luoghi del territorio poco visitati - fa eco Alessandro Fedrigo, direttore artistico del festival - La nostra associazione è molto attenta a cercare di ridurre l'impatto ambientale: usiamo gli incassi per piantumare alberi, daremo dei gadget a chi arriverà ai concerti in bicicletta e tanto altro». Un'occasione, quindi, anche per scoprire il territorio e le sue bellezze, come spiega la sindaca di Istrana Maria Grazia Gasparini: «Oltre ad unire il tema culturale col tema green, il festival serve anche per far scoprire gioielli ancora poco conosciuti del nostro territorio e valorizzarli». Nel caso di Istrana, sarà nello specifico Villa Lattes ad ospitare il concerto del Giacomo Aula Trio il 9 giugno. Eventi speciali si terranno il 16 giugno in piazza Pio X a Casier con il Valdobbiadenejazz Ensemble e una speciale iniziativa: il pubblico del concerto nella mattinata pulirà il Sile in canoa col l'associazione OpenCanoe OpenMind. Poi il 7 luglio la "Passeggiata sonora" per il centro di Treviso con Rocking Motion e la performance dei Satoyama, in concerto sotto la Loggia dei Cavalieri, e, infine, la conclusiva Crociera Jazz in laguna che il 27 luglio arriverà da Portegrandi fino a Burano con il Pentatrio.

IL CALENDARIO

Gli altri appuntamenti del trevigiano, partendo dalla già menzionata apertura al porticciolo di Casale il 7 giugno con l'Enrico Casarotto Trio, sono: il 14 giugno al Parco dell'Isola di Roncade con il duo Heliotrope, il 15 giugno nella biblioteca di Preganziol con il progetto Two and the Machine, il 21 giugno con il Pietro Gaddi Quartet e il musicista Bjorn Solli al parco della centrale idroelettrica di Silea, il 22 giugno a Treviso con Massimo Bartolini e Alberto Collodel al Salice degli Innamorati e con il Michele Polga Quartet sotto la Loggia dei Cavalieri. Seguiranno all'Oasi di Cervara di Quinto il 23 giugno il quartetto Patterns for Trascendence con Leonardo Barbierato e al Casello 104 di Morgano il 29 giugno il duo Marco Cesarini & Henry Mclusky. Intenso anche il mese di luglio, con Eve Beuvens & Mikael Godée Quartet al parco Negrin di Mogliano il 5 luglio; il concerto Return&Crossing, organizzato in collaborazione con la Fondazione Benetton alla Casa Cozzi di Zero Branco il 6 e, infine, il 14 con Tommaso Genovesi e Alberto Vianello a Villa Gatterburg ad Albaredo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmemedia.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci