Mestre. Centro le Barche, rivoluzione dopo 28 anni: arriva il nuovo nome. Installati maxi ledwall per attirare l'attenzione

Domenica 26 Maggio 2024 di Fulvio Fenzo
Mestre. Centro le Barche, rivoluzione dopo 28 anni: arriva il nuovo nome. Installati maxi ledwall per attirare l'attenzione

MESTRE - Prima era solo "Coin", aperto sessant'anni fa. Poi, dal maggio del 1996 con la trasformazione in galleria commerciale, quella scatola grigia che è da sempre un polo d'attrazione del commercio mestrino venne ribattezzata "Centro le Barche". Ed ora, a 28 anni di distanza da quella prima "rivoluzione", si cambia: tra una decina di giorni verrà svelato il nuovo nome del complesso e presentata la nuova "pelle" che è stata in qualche modo anticipata con il rifacimento dei due piani di Coin. Una scommessa che arriva dopo anni difficili in cui, a più riprese, era stato annunciato il rilancio di un Centro che, prima del restyling di Coin e del ritorno di Ovs, aveva perso marchi e negozi importanti.

LAVORI IN CORSO

Su tre delle quattro facciate del Centro le Barche (chiamiamolo ancora così, anche se solo per qualche giorno) sono in corso lavori importanti. Prima sono stati installati dei grandi ledwall di 14 metri per 4 e di 9 metri per 3 che, una volta accesi, calamiteranno gli occhi dei passanti verso la galleria commerciale. E poi, tra venerdì e ieri, sono state staccate le maxi-insegne "Le Barche" che verranno sostituite con quelle che riporteranno il nuovo nome. Un nome sul quale vige il più totale top secret e che non conosce praticamente ancora nessuno all'interno del Centro, ma che verrà svelato nella serata di giovedì 6 giugno nel corso di un evento al quale sono invitati i referenti di tutte le attività che operano all'interno, oltre alle istituzioni cittadine. «Ci hanno solo detto di tenere aperto fino alle 21, non sappiamo nient'altro» dicono dai vari piani de Le Barche.
Del resto, un anno e mezzo fa in occasione dell'apertura del nuovo store di Coin, la proprietà Commerz Real Investment aveva annunciato l'intenzione di «rilanciare il Centro come luogo per i cittadini, lo shopping e la socialità, restituendo alla città di Mestre un'esperienza commerciale di qualità e di prestigio».

Nell'estate scorsa erano quindi iniziate le prime opere per ridisegnare gli spazi interni seguendo l'impostazione proprio di Coin, con le scale mobili centrali che entrano fisicamente all'interno degli spazi commerciali, facendo sparire del tutto le vetrine che avevano in passato caratterizzato la salita e la discesa all'interno della galleria.

SPAZI DA RIEMPIRE

Da "riempire" resta mezzo terzo piano, dove si trova Ovs, e tutto il quarto il quale attualmente ospita la mostra dei Lego, cioé qualcosa meno di un terzo dei 13mila metri quadri complessivi dedicati allo shopping. Al piano terra, invece, si sta lavorando per allestire il negozio che si trova proprio davanti all'ingresso principale, chiuso da anni e nel quale aprirà una boutique di pelletterie, anche se sarebbe in arrivo anche una non meglio definita "grande novità" che verrà svelata sempre il 6 giugno. Insomma, dopo 60 anni sta per iniziare una nuova vita per l'ex Coin e quasi-ex Centro Le Barche. Per i curiosi e, soprattutto, per il futuro del commercio di qualità di Mestre, è scattato il conto alla rovescia.

Ultimo aggiornamento: 27 Maggio, 16:46 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmemedia.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci