Mestre. Le immagini impressionanti dei tossicodipendenti sulle giostre dei bimbi. Residenti esasperati: «Aprite una casa del buco e aiutateli lì» - Video

I cittadini chiedono un un luogo in cui chi ha problemi di dipendenze possa essere recuperato lontano da case e giardini

Giovedì 3 Agosto 2023 di Emiliana Costa
Video

MESTRE - Mestre, ore 12.40. Sulle giostrine di piazzale Bainsizza un gruppo di tossicodipendenti si inietta la dose. Un triste spettacolo che va in scena ogni giorno ad ogni ora nella zona di Piave.

Davanti a mamme e bambini. La situazione è esplosiva, il rischio è quello della giustizia fai-da-te. 

Tra i residenti si fa largo l'idea di una "stanza del buco", un luogo in cui chi ha problemi di tossicodipendenza possa essere recuperato lontano da case e giardini. Intanto i cittadini si ingegnano e con fischietti e pompe dell'acqua cercano di allontanare gli spacciatori.

L'ultimo episodio di degrado, ieri mercoledì 2 agosto, un ragazzo ha aggredito e palpeggiato la dipendente del bar Coffee Breack in via Piave. Il titolare Ernesto Rosapepe domanda provocatorio: «Chiedo alla politica, dobbiamo armarci? Pagare delinquenti che ci difendano? Fate qualcosa». Il rischio è che alcuni residenti possano davvero pensare di proteggersi da soli. Occorre fare presto. (servizio di Emiliana Costa)

Ultimo aggiornamento: 4 Agosto, 15:59 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmemedia.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci