Fedez denunciato per il pestaggio di Iovino. I video delle telecamere: è stato il primo a scendere dal van, ha tentato di colpire il personal trainer

Il rapper è stato denunciato - tecnicamente "deferito" - all'autorità giudiziaria per rissa

Lunedì 13 Maggio 2024
Fedez denunciato per il pestaggio di Iovino. I video delle telecamere: è stato il primo a scendere dal van, ha tentato di colpire il personal trainer

Il nome di Fedez è l'unico che appare nel fascicolo aperto in procura dai carabinieri della stazione Moscova di Milano per il pestaggio di cui è stato vittima Cristiano Iovino nella notte tra il 21 e il 22 aprile 2024.

Il rapper è stato denunciato - tecnicamente "deferito" - all'autorità giudiziaria per rissa. Si tratta di un reato procedibile d'ufficio, ovvero senza che la vittima sporga denuncia: il personal trainer coinvolto nella causa di divorzio tra Francesco Totti e Ilary Blasi, infatti, non ha sporto denuncia dopo il pestaggio. Quando i militari insieme al 118 sono arrivati a casa sua, Iovino si è limitato a dire di essere stato «aggredito da sconosciuti» e parla di una lite avvenuta all'interno del The Club di largo Foppa. L'altro reato ipotizzato è quello di lesioni.

Testimoni e telecamere

Fedez ha negato il suo coinvolgimento durante il suo intervento al Salone del Libro di Torino, ma secondo i testimoni la ricostruzione sarebbe diversa. I carabinieri che all'alba del 22 aprile sono arrivati in via Traiano allertati dalle guardie giurate del complesso "Parco Vittoria" le hanno poi interrogate. Per i due, che avevano assistito al pestaggio, nel gruppo di persone scese da un van nero ci sarebbe stato proprio Fedez, e anche una ragazza bionda, poi individuata in Ludovica Di Gresy. A confermare la presenza del rapper sarebbero poi i video delle telecamere: il primo a scendere dal van sarebbe stato proprio Fedez, che avrebbe tentato di colpire il personal trainer con due pugni (schivati). Il resto lo avrebbero fatto i suoi accompagnatori. 
QUando i militari sono arrivati sul posto, intorno alle 3.30, Cristiano Iovino era già nel suo appartamento in compagnia di Salvatore Angelucci, dj ed ex tronista di Uomini e donne, e aveva un taglio al sopracciglio, ma ha deciso di non andare in ospedale e non sporgere denuncia. 

 

Le minacce

In compagnia di Fedez e della ragazza bionda ci sarebbero stati anche degli ultrà del Milan, tra questi il bodyguard Christian Rosiello, e secondo la ricostruzione dei vigilantes alcuni di loro si sarebbero avvicinati alla guardiola intimando: «Fatevi i cazzi vostri, non chiamate nessuno». Qualcuno ha poi raccontato di uno scambio di messaggi tra Fedez e Cristiano Iovino e di un appuntamento telefonico, sono così partite le verifiche al The Club. Secondo le telecamere interne al locale, a scatenare la rissa sarebbe stato un apprezzamento del personal trainer nei confronti di Ludovica di Gresy, che era in consolle come ospite d'onore. 

Cosa ha detto Fedez

Il rapper ha smentito la presenza al momento dei fatti e ha risposto così alla Stampa prima prima dell'incontro sulla salute mentale, all'Auditorium del Salone del Libro. «Tutti parlano di un massacro, ma poco dopo è andato a ballare. Se non ci fosse il mio nome non ci sarebbe notizia», le sue parole. Giallo sulla sua presenza o meno: «Io non c'ero, e dalla telecamera non si vede niente», ha spiegato il rapper.

Ultimo aggiornamento: 19:26 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche