"Bibi" Quaglio lascia il rugby: 2 scudetti a Rovigo, 14 maglie azzurre, gli anni al Benetton. Il saluto ai tifosi: «Ora entro in mischia con voi»

Martedì 28 Maggio 2024 di Ivan Malfatto
Il collage delle immagini con la Rugby Rovigo di Nicola "Bibi" Quaglio

Nicola “Bibi” Quaglio lascia il rugby giocato a 33 anni.

Un addio a sorpresa e un dispiacere. Oltre alla sua qualità di pilone sinistro in mischia, mancheranno le sue occhiate furbe, le sue definizioni fulminanti, gli appellativi con cui ribattezzava tutto e tutti. Dopo Edo Lubian un’altra “Leggenda” e rodigino doc lascia, con la bellezza di 142 presenze in maglia rossoblù e 2 scudetti, 14 in nazionale, l’esperienza in Pro 12 al Benetton. Papà Mauro, altra gloria dei Bersaglieri, può esserne orgoglioso. Ecco il suo messaggio ai tifosi.

IL MESSAGGIO ALLA CITTA' IN MISCHIA

Cara Rovigo, oggi mi ritrovo qui con un mix di emozioni nel cuore a cercare di condividere con voi ciò che provo. Ho deciso di dire addio al rugby giocato. Una scelta difficile ma razionale, il lavoro che svolgo non mi consente di dedicarmi come dovrei e vorrei ai prossimi impegni sportivi. Non so nemmeno da dove cominciare a comunicare la mia gratitudine e il mio ringraziamento che va a tutte le persone che hanno fatto parte della mia carriera. Grazie alla mia famiglia per avermi appoggiato e supportato nelle scelte a volte non facili, ai presidenti, allenatori, a chi lavora dietro le quinte. Tutti ugualmente cruciali per rendere il rugby, lo sport e la comunità straordinaria che sono. Grazie ai giocatori con cui ho avuto l'onore di lavorare, compagni di squadra e avversari, amici autentici, alcuni li considero fratelli ed ognuno mi ha insegnato qualcosa. La passione, la dedizione, il divertimento di questo sport sono state la mia motivazione sin da bambino. La Rugby Rovigo mi ha accolto e fatto crescere fino al debutto in prima squadra nel 2008 per poi passare nel 2016 alla Benetton fino al 2021. In quegli anni esperienze forti, il mondiale, 2 partecipazioni al Sei Nazioni, la vittoria col Sudafrica. Poi il ritorno a Rovigo, grazie al Presidente Zambelli, tra la mia gente al Battaglini. E proprio voi voglio ringraziare che portate nel cuore i colori rossoblù, i vostri cori, la gioia degli scudetti del 2016 e 2023 vinti assieme...le lacrime per le sconfitte. La carica che dà il Battaglini, un'emozione che non si può spiegare. Ora entro in mischia con voi, la mischia che non finisce mai. Auguro a tutti voi, Società e tifosi, il meglio per il futuro. Grazie a tutti, un caloroso abbraccio. Forza Rovigo.

Nicola Bibi Quaglio

Ultimo aggiornamento: 21:20 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmemedia.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci