Rugby Italia, storica vittoria dell'Under 20 a Beziers: battuta per la prima volta nel Sei Nazioni la Francia tre volte campione del mondo Highlights

Impresa degli azzurrini di Massimo Brunello: mischia devastante e ancora in meta Scalabrin

Venerdì 23 Febbraio 2024 di Paolo Ricci Bitti
Rugby Italia, storica vittoria dell'Under 20 a Beziers: battuti per la prima volta nel Sei Nazioni la Francia tre volte campione del mondo

Davanti ai baffi dell'ex ct azzurro Jacques Brunel, a Beziers, fra le mitologiche capitali del rugby francese, gli Under 20 di Massimo Brunello riscrivono la Storia con una vittoria che non dimenticheremo: allo stadio Raoul Barrière stipato da 15mila fedeli l'Italia si impone 20-23 strapazzando là dove fa più male (la mischia) i francesi che sono, dettaglio insignificante, campioni del mondo da tre edizioni di seguito.

Di più: da quando esiste il Sei Nazioni di categoria, gli azzurrini ci erano arrivati più volte a un capello, ma non erano mai riusciti a ribaltare il pronostico che anche stasera li considerava perdenti.

E invece hanno dominato il match grazie a un pack devastante e a una difesa rocciosa: uno spettacolo di partita. 

L'Equipe ha iniziato il pezzo con "Malmenati dalla potenza italiana, i Bleuets..."

Ora, se stanno lì con la testa, questi azzurrini possono superare anche Scozia e Galles nelle ultime giornate e puntare al terzo posto nel Torneo confermando il lussuoso risultato dell'anno scorso ottenuto grazie a due vittorie e ai punti di bonus. E allo stesso tempo ripeterebbero il record di tre vittorie (Inghilterra, Scozia e Galles) che nel 2022, per colpa della della diffrenza fra punti fatti e subiti con gli inglesi, non fruttò che il quarto posto.

Capite bene che questi sono discorsi lunari per la nazionale maggiore che oggi affronta la Francia a Lilla sperando di prenderne meno che a Lione in autunno quando finì 60-7.

E poi c'è il ct Massimo Brunello, il rodigino "Schinca", che ha portato l'Under 20 in terre incognite per il resto del movimento: con i suoi ragazzi anno dopo anno, quandi il "manico" c'è, ha battuto due volte l'Inghilterra, stasera la Francia, e poi Scozia, Galles e persino il Sudafrica. Speriamo che qualcuno prima o poi se lo ricordi.  Come si dovrebbero scrivere sul marmo i nomi e i cognomi di questi ragazzi, ieri superiori in tecnica, tattica e fisico ai francesi molti dei quali già giocano in prima squadra, perché fra un paio d'anni si possa vedere com'è andato a finire il loro percorso verso il rugby degli adulti, verso le franchigie e verso la nazionale. Non tutti possono arrivarci, ma nemmeno se ne possono perdere troppi per la strada. Brunello, partendo da una base ridicola rispetto a quella degli avversari, da anni conia monete d'oro che riempiono un baule, poi dopo qualche anno ci si ritrova con un borsellino. 

Ieri sera hanno segnato Casilio d'astuzia, Scalabrin di  forza (tre mete in due partite) e il capitano Botturi timonando una mischia che avanzava come rompighiaccio sulla banchisa. E Pucciariello ha colpito dalla piazzola. Ma davvero ieri tutti gli azzurrini hanno dato una lezione di come si vince una partita anche quando la situazione sembra precipitare. Bravi.

Le mete

Il tabellino

Beziers, Stade Raoul Barriere, 23 febbraio 2024
Six Nations U20 – III Giornata
Francia U20 v Italia U20 20-23 (8-13)
Marcatori: p.t. 5’ m. Casilio (0-5); 10’ cp. Cotarmanac’h (3-5); 18’ cp. Pucciariello (3-8); 20’ m. Zamora (8-8); 24’ m. Scalabrin (8-13). S.t. 2’ cp. Pucciariello (8-16); 4’ m. Granell (13-16); 21’ m. Brau Boirie tr. Cotarmanac’h (20-16); 30’ st. m. Botturi tr. Pucciariello (20-23)
Italia U20: Belloni; Scalabrin, Zanandrea (32’ st. De Villiers), Bozzo, Elettri; Pucciariello, Casilio (35’ st. Jimenez); Botturi (Cap.), Bellucci, Zucconi; Gritti, Mirenzi (5’ st. Milano); Gallorini (23’ st. Ascari), Siciliano (17 st. Gasperini), Pisani (23’ st.Pelliccioli)
all. Massimo Brunello
Francia U20: Mousques; Biasotto, Brau-Boirie, Taccola, Granell (27’ st. Cowie); Cotarmanac’h, Zamora (15’ st. Souverbie); Perrin (29 st. Traversier), Tolofua, Zinzen; Corso, Mezou (Cap.); Aouad (27 st. Duchene), Couly (1’st Akrab), Julien (1’st. Mistrulli; 30’st. Julien)
all: Sebastien Calvet
arb: Ian Kenny (SRU)
gdl: Adam Leal (RFU); Anthony Woodthorpe (RFU)
TMO: Andrew McMenemy (SRU)
Cartellini: 5’ st. Bozzo (ITA)
Calciatori: Pucciariello (3/5); Cotarmanac’h (2/4)
Player of the match: Marcos Gallorini (Ita)
Note: serata fresca, 15000 spettatori

Ultimo aggiornamento: 24 Febbraio, 20:33 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento