Allerta meteo: Protezione Civile presa d'assalto da negozianti e cittadini per riempire i sacchi di sabbia. ​«Dobbiamo difenderci»

Lunedì 20 Maggio 2024
Video
CASTELFRANCO (TREVISO) - Nessuno vuole ritrovarsi nelle condizioni di giovedì scorso, quando il centro, e non solo, di Castelfranco, si è trasformato in un fiume con l'acqua che ha invaso negozi, garage e seminterrati. Muson e Avenale sono gli osservati speciali già da stasera, anche se il picco della perturbazione in arrivo in Veneto e nella Marca è attesa per domani. Nella sede della Protezione Civile di Castelfranco è partita la corsa a riempire i sacchi di sabbia per creare barriere in grado di fermare l'acqua. Una corsa dei sacchi ma fatto con pale e sabbia, per evitare ulteriori danni dopo quelli di giovedì. In piazza Giorgione si sta costruendo un vero e proprio muro. Negozianti, privati cittadini si sono quindi riversati nelle ultime ore nella sede dei volontari, che si possono anche contattare al 3475641197. Il sindaco di Castelfranco sta valutando la situazione per la giornata di domani: non è ancora esclusa la chiusura delle scuole. (video di Leonardo Sernagiotto)
Ultimo aggiornamento: 19:13 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmemedia.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci